Titanic, l’ultima cena: Hors d’oeuvre varies oysters

.

.

Hors d’oeuvre varies oysters

Antipasto vario con ostriche

Termine francese che, tradotto letteralmente, significa “fuori d’opera” cioè fuori dal menù.
La parola si riferisce al piatto che “introduceva” il pranzo serale.
Si trattava di una preparazione che doveva stimolare l’appetito senza, tuttavia, risultare troppo ricco o abbondante.

Era composto da piccole sfogliette accompagnate da caviale, noci di burro, straccetti di salmone.
Ostriche crude con, eventuale, aggiunzione di succo di limone,
Champagne brut.

Buon appetito

Annunci